Sono una strega

image

Sono una strega e per questo non credo nel diavolo. Il diavolo e’ un’invenzione delle religioni monoteiste che, hanno bisogno di uno spauracchio su cui gettare colpe e con cui seminare terrore .
Satana, per me e’ semplicemente ” l’avversario” del potere costituito, il seme di ogni rivoluzione.
Anche Cristo fu ” Satana” per il potere costituito del tempo in cui visse.
Credo in Lucifero, come ” Colui che porta luce”. Cristo, Buddha, e molti altri illuminati si potrebbero definire ” Lucifero”.
Sono una strega, pratico rituali, ma non per colpire il prossimo, ma per sintonizzarmi con gli Spiriti della Natura, con Madre Terra, con il tutto di cui sono fatta e quindi, in sostanza, pratico rituali per ritrovare me stessa, il mio centro, la vera Morena, smarrita nel tempo, nei bui sentieri del dolore, delle convinzioni convenzionali, nelle mille maschere indossate negli anni, giorno dopo giorno, per sopravvivere ad una timidezza soffocante, per sopravvivere a quella bimba/ragazzina vittima di bullismo, causa l’aspetto non proprio canonico.
Sono una strega e credo negli angeli, energie antiche e credo che essi non siano ne bene ne male, perché siamo noi e solo noi a dare un ” colore” all’Energia Cosmica.
Credo nel potere dell’utero e credo che questo non sia superiore al potere del pene e credo sopratutto che, molti uomini abbiano in se un grande utero pulsante e molte donne in se abbiano un enorme, duro pene eretto. Il genere non e’ una questione di genitali, ma di anima.
Sono una strega e credo nel Rispetto universale e,in nome di questo, a quattordici anni smisi di nutrirmi di altri viventi e del loro dolore.
Cerco il perdono e di perdonare.
Credo nella sessualità’ come forza Divina, Sacra e liberatrice. Non ho il concetto di colpa o di peccato, ma sento molto la responsabilità di ogni mio gesto, ogni mia parola, e so che essi possono essere abbracci come sassate…Preferisco abbracciare.
Non temete le streghe.
Non emarginateci.
Non lapidateci con epiteti poco civili.
Non bruciateci con sguardi disgustati…abbiamo già pagato a caro prezzo la nostra ” diversità'”.

Farfalla d’autunno

image

Vidi farfalla volare irrequieta
sopra un sudario di foglie fangose
Fulgida e lieve come la seta
frullava cercando primule e rose

Ma era d’autunno e tutto era spoglio,
(vecchio tremante che attende la morte),
ed essa pareva in mar, senza scoglio
bimba sperduta che sfida la sorte

Stanca la vidi posarsi su un ramo
trafitta da un cielo gonfio di pianto,
anima sola, cercava un ” ti amo”
ed ebbe uno schiaffo di vento, soltanto

Io la guardai, triste e impotente
mentre impazziva, fragile cuore.
Povera vita! Vita da niente
morta d’autunno, in cerca d’un fiore