L’autunno dentro

 

 

Nel silenzio di questo percorso
sento l’urlo di chi mai fu ascoltato
Sento il male del sadico morso
di un padre d’amore e peccato

Tra le foglie color del dolore
che la terra abbraccia e trangugia
striscia bieco ancora il rancore
per chi deluse l’ingenua fiducia

Nere nubi di infidi uccelli
sputano  aridi accordi:
Son le voci dei miei tanti fardelli,
le grida di oscuri ricordi

Nel fango proseguo a fatica
questa strada di mete distorte
e cerco tracce di vita
mentre ovunque germoglia la morte.

 

 

 

 

 

Annunci

Fantasmi

image

Alba oscura, la notte
Sorge su oniriche terre,
e risveglia i fantasmi che il giorno assopisce
Li ho uditi camminare lungo il mio corpo,
dal pube al cuore,
dal cuore al cervello
Grondanti amore e sangue,
rifiuto e comprensione,
schizofreniche ombre luminose
Foste il sole a picco sulla pianta assetata,
innocenti carnefici,
dannati in cerca di un Dio assente,
che di noi si dimentico,’
dopo averci legati gli uni all’altra
con catene d’amore.