Io…

Immagine

Ho vomitato dolore, gioia , orgasmi e spasmi e per non sprecare tutto quel”cibo”, come un artigiano riutilizza gli scarti della materia che lavora, io ho raccolto i miei scarti e ho cercato di dare loro un senso, un corpo, un volto e da quegli scarti rielaborati, sono rinata, ripartorita dalla mia stessa follia.

Riflessioni schiz(Z)ofreniche

 

Immagine

Perché ho deciso di aprire un blog tutto mio?… Ho cose da dire/scrivere più interessanti di molti altri?… No!

Ho deciso di aprire questo blog  per dar corpo e volto alle voci che da sempre, fin dall’infanzia, mi accompagnano.

Per questo le mie pubblicazioni saranno sempre un susseguirsi di luce/ombra,  romanticismo/pornografia, vita/morte, esse sono

lo specchio di ciò che pulsa dentro me e grazie a cui sono ancora viva.

Si, perché la mia schizofrenia, come ho già scritto, mi ha, prima buttata in una nera palude, dove sono affogata,

ma e’ stata anche la ” mano” il “motore” che mi ha “ripescata” dalle fredde, putride acque e mi ha “ricostruita”…

…Ecco, mentre scrivo,  una voce mi suggerisce il perché scrivo tutto ciò, perché ho deciso di aprire un blog tutto mio:

per parlare a chi, ancora, annaspa in quella nera e putrida palude e a chi, pur essendone già uscito, si vergogna di esservi stato immerso e teme  che gli altri possano giudicarlo ” pazzo”, ” folle”, ” matto”, ” incapace”…Non preoccupatevi di ciò che pensano di voi,

sicuramente la palude vi restituirà o vi ha gia’ restituito alla vita diversi, nuovi.

Siate fieri del vostro cammino, delle vostre cadute, delle vostre ferite. Mostratele senza preoccuparvi degli sguardi, dei giudizi.

Chi ha bevuto l’acqua amara della palude può diventare la fonte dell’acqua più limpida, pura, trasparente : l’acqua della comprensione,

che disseta noi stessi e tutti coloro ne abbiano sete.

 

Pornografica Chat

Immagine

Le tue parole inumidiscono la bocca
in cui entrano impudiche le dita
e l’altra mano un seno strizza e tocca
mentre tu scrivi: ti leccherei la fica.

Ora lo sento, tutto forte e duro
premere da dietro, mentre china
leggo : ti sbatto e ti sfondo il culo…
Ed io che ansimo, Troia a pecorina.

Mi sfondi con falli di parole
mi frusti con duri imperativi
Mi contorco, la mia schiena duole
sotto i tuoi pornografici aggettivi.

Sudo e squirto acqua benedetta,
lascio che tra le cosce scorra…
“….C’è’ mio marito”-ti saluto in fretta.
Spengo il pc e ingoio la tua sborra..

 

 

Nessuno busso’ alle porte della Medusa

E dal passato ritorni, sporca e puzzolente di alcol e vomito.

Sotto le unghie , il sangue della figlia che torturavi.

Sento l’odore dell’urina che lasciava lungo la casa, mentre la trascinavi per i capelli e la prendevi a  calci nel basso ventre: “puttane! Femmine puttane e maledette. ..Bastarda, crepa!” Avevamo quattro, cinque anni.

Lei era la mia sorellina, colpevole di non assomigliare al figlio maschio, deceduto prima della nostra nascita, al quale io assomigliavo tanto.

Fu una delle poche fortune della mia vita.

Tutti sapevano.

Nessuno busso’ alla nostra porta, per aiutare tu e noi.

Eri tu la matta, loro i sani e questo bastava alle loro coscienze.

Tu madre oscena, loro madri materne, che assistettero senza muovere un dito agli orrori che si perpetravano tra le mura di una casa…

…Auguri mamme!

A voi madri cattive, madri oscure, Signore della Tortura e della morte.

Voi che massacrate i vostri figli, come fossero bestemmie da ricacciare in gola all’infedele.

 Auguri a voi, madri/ matrigne, vittime, come e quanto i vostri figli, di una società’ famigliocratica, bigotta, mafiosa, fallocentrica e borghese.

Bruciate all’inferno, che Dio non vi vuole per non turbare il cuore della Madonnina.

Voi siete Meduse che generano Meduse e pietrificate.

O vi tagliano la testa o niente.

Vi lasciano al vostro schifoso destino di merda, di urina, di sangue, di dannazione.

Crepate voi e i vostri aborti partoriti!

Tanto nessuno busserà’ alla vostra porta! 

La mia follia mi ha sgretolata, mi ha gettata in una profonda palude, poi ha ripescato le mie macerie per ricrearmi. Sono la creazione della mia follia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: